Le bici del futuro: modelli di design tecnologici

Se si parla di Innovative bike design, la mente vola immediatamente ai film di fantascienza e alle illustrazioni di libri per bambini in cui personaggi provenienti da altri mondi giungevano sul pianeta Terra pedalando sulle loro biciclette. Ma oltre alle auto di design, c’è una categoria che è stata presediata da artisti e design, quella delle bici.

Se è vero che alieni e altre creature dell’Universo sono ancora molto distanti da noi, è anche vero che i designer più all’avanguardia si sono attrezzati e hanno scelto di creare una selezione di biciclette che poco hanno da invidiare ai modelli proposti dai registi e dai disegnatori più curiosi. Scopriamo, allora, alcuni dei modelli più innovativi.

Denny, Sizemore Bicycles

In cima alla classifica si colloca il modello Denny, disegnato da Sizemore Bicycles e progettato per offrire la migliore visibilità anche durante le giornate di nebbia più intensa. Luci tradizionali, fendinebbia e un comodo portapacchi rendono questa bicicletta l’accessorio ideale per chi vive in città ma non vuole rinunciare alla comodità delle due ruote.

Bici MC2

IDSG Engineering Singapore ha creato, invece, il modello MC2, presentato come “il prototipo che racchiude 8 biciclette in 1“. Il motivo di questa definizione è presto spiegato: avendo creato una struttura in metallo con ruota anteriore di diametro maggiore rispetto a quella superiore, il design del mezzo risulta leggermente rétro ma non perde quel gusto tradizionale che solo una bicicletta può conservare.

Mobilling, Diavelo

Dalla Danimarca arriva Mobilling, la bicicletta creata da Diavelo. Questo modello mostra un vano porta smartphone e una luce completamente autonoma ma non è tutto: i diversi optional (come la pedalata assistita e il contachilometri) possono essere gestiti da mobile. Il massimo della tecnologia in una struttura compatta ma resistente.

Mando Footloose

Mando Footloose è la bicicletta da città che ogni professionista vorrebbe avere. Grazie alle sue linee morbide e aggraziate, questa bicicletta riesce ad accompagnare la pedalata del suo guidatore, senza fatica. Inoltre, l’energia prodotta con il movimento può essere conservata in una batteria a litio, collocata nella parte posteriore del veicolo, e utilizzata in un secondo momento.

Tong, NR21

Tong è la bicicletta dal nome particolare, tanto quanto le sue forme. La prima volta che si osserva questo modello, prodotto dall’azienda tedesca NR21, si nota immediatamente come un particolare gioco di equilibri abbia reso le linee di questo veicolo futuristiche ma adatte ad ogni tipo di guidatore. Il vero tocco in più è dato dalle luci, collocate sia sulle ruote che sullo scheletro in metallo e in grado di cambiare sfumatura in base al comando dato dal guidatore: un ottimo modo per personalizzare il proprio veicolo e per muoversi in tutta sicurezza.

Bicymple

Aggraziata e adatta ad un pubblico vasto: è così che potrebbe essere definita la bicicletta Bicymple. Si tratta di un modello senza catena, progettato per permettere al suo guidatore di muoversi serenamente in città, ma anche nelle vie più strette dei quartieri tradizionali. Dal momento che la struttura in metallo è abbastanza leggera, questa bicicletta può essere trasportata comodamente sui mezzi pubblici senza ingombrare e senza richiedere eccessivo sforzo.

Copenaghen Weel

Ultimo modello a meritare di essere citato tra le biciclette di design più all’avanguardia è certamente quello proposto dal Mit di Boston. Si tratta della Copenaghen Weel, modello ibrido brevettato ma non ancora in commercio. Grazie ad un comodo motore rimovibile da 250 W, la bicicletta può diventare una e-bike e accompagnare il suo proprietario anche nei tragitti più lunghi. Il controllo tramite smartphone rende questo prodotto versatile e adatto ad ogni contesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *